Boxe | Londra 2012

Cammarelle: Per me verdetto ingiusto

«Due verdetti ingiusti». Roberto Cammarelle non si nasconde: per il pugile di Cinisello Balsamo grande tifoso della Juve, i giudici che ieri gli hanno «scippato» la medaglia d'oro nella finale dei supermassimi ai Giochi di Londra non sono i soli ad avere sbagliato

Roberto Cammarelle

Roberto Cammarelle

LONDRA - «Due verdetti ingiusti». Roberto Cammarelle non si nasconde: per il pugile di Cinisello Balsamo grande tifoso della Juve, i giudici che ieri gli hanno «scippato» la medaglia d'oro nella finale dei supermassimi ai Giochi di Londra non sono i soli ad avere sbagliato. A prendere un abbaglio, secondo Cammarelle, sono stati anche i giudici della Commissione disciplinare della Federcalcio con la squalifica comminata ad Antonio Conte. «Conte andava assolto - ha detto Cammarelle - e ai tifosi del Napoli dico una cosa: non ho visto la partita di Pechino con la Juve, ma me l'hanno raccontata e sono convinto che il furto l'ho subito io a Londra, e non loro in Cina».

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie

Mimmo Criscito, ennesimo obiettivo di mercato sfumato per il Milan

Milan, addio anche a Criscito. È così che Berlusconi intende tornare a vincere?

Malgrado le continue dichiarazioni di intenti del presidente rossonero («Dobbiamo aprire un nuovo ciclo vincente») il mercato del Milan non decolla, anzi registra l’ennesimo affare sfumato: dopo Mandzukic, Iturbe, Vrsaljko, adesso anche il terzino dello Zenit Criscito.