Nuova impresa del francese Philippe Croizon

Attraversa a nuoto lo Stretto di Bering senza gambe e braccia

Il transalpino, 44 anni, con gli arti amputati per colpa di una scossa elettrica, ha sfidato il mare ghiacciato, tra l'isola della Piccola Diomede in Alaska e quella della Grande Diomede in Russia, percorrendo gli oltre due chilometri e mezzo in un'ora e 20 minuti, accompagnato dal nuotatore Arnaud Chassery

Attraversa a nuoto lo Stretto di Bering senza gambe e braccia

Attraversa a nuoto lo Stretto di Bering senza gambe e braccia

NEW YORK - Nuova impresa sportiva del francese Philippe Croizon che, senza braccia e senza gambe, ha attraversato a nuoto lo stretto di Bering, tra l'America e l'Asia. Il transalpino, 44 anni, con gli arti amputati per colpa di una scossa elettrica, ha sfidato il mare ghiacciato, tra l'isola della Piccola Diomede in Alaska e quella della Grande Diomede in Russia, percorrendo gli oltre due chilometri e mezzo in un'ora e 20 minuti, accompagnato dal nuotatore Arnaud Chassery.

Croizon: Siamo tutti uguali - «E' stata l'impresa più difficile della mia vita con la temperatura dell'acqua a 4 gradi e forti correnti», ha affermato con soddisfazione Croizon all'arrivo. «Tutto è possibile, ogni cosa può essere fatta quando si ha la volontà di andare oltre se stessi», ha detto Croizon. «Siamo tutti uguali, disabili e non disabili, siamo tutti sullo stesso pianeta».

L'atleta francese non è nuovo a queste performance, a luglio, munito di protesi e di pinne, è riuscito ad attraversare lo Stretto di Gibilterra. In precedenza aveva nuotato tra la Giordania e l'Egitto e tra la Papua Nuova Guinea e l'Indonesia.

Seguici sui social network

commenti

Permalink

Altre notizie

Joel Campbell

Milan, tutto su Campbell. Chi, Naomi?

Il mercato rossonero è sempre più una barzelletta e i tifosi milanisti ormai hanno deciso come affrontare la questione: «Non ci resta che ridere»