25 marzo 2017
Aggiornato 04:30
Tennis

ATP Ranking: Federer sorpassa Nadal. Murray sempre al comando

Paolo Lorenzi si conferma numero uno azzurro. Il 35enne senese risale un gradino e si colloca in 37esima posizione, precedendo Fabio Fognini, che a sua volta guadagna tre posti fino al numero 40.

Rafa Nadal e Roger Federer (© ANSA)

ROMA - La top-ten mondiale dopo l'ultimo ranking Atp vede sempre al comando Andy Murray, alla ventesima settimana in vetta al ranking, con un vantaggio ulteriormente incrementato su Novak Djokovic (ora distanziato di 3090 punti). Sul terzo gradino del podio si conferma Stan Wawrinka, con Kei Nishikori a soffiare il quarto posto a Milos Raonic, finalista nel 2016 a Indian Wells dove quest'anno ha dato forfait. Proprio il trionfo nel primo 1000 stagionale proietta Roger Federer sulla sesta poltrona (non distante dai due che lo precedono), davanti allo storico rivale Rafa Nadal, a sua volta seguito dall'austriaco Dominic Thiem, in progresso a scapito di Marin Cilic e Jo-Wilfried Tsonga, che chiudono la top-10.

Paolo Lorenzi si conferma numero uno azzurro
Il 35enne senese risale un gradino e si colloca in 37esima posizione, precedendo Fabio Fognini, che a sua volta guadagna tre posti fino al numero 40. Alle loro spalle cinque passi indietro per Andreas Seppi, ora 80esimo, mentre fuori dalla top 100 proseguono i progressi di Luca Vanni (numero 127, +12) e di Federico Gaio, che ritocca il proprio best ranking con la 146esima posizione.

1. Andy Murray (Gbr) 12005, 2. Novak Djokovic (Srb) 8915, 3. Stanislas Wawrinka (Sui) 5705m 4. Kei Nishikori (Jpn) 4730 (+1), 5. Milos Raonic (Can) 4480 (-1), 6. Roger Federer (Sui) 4305 (+4), 7. Rafael Nadal (Esp) 4145 (-1), 8. Dominic Thiem (Aut) 3465 (+1), 9. Marin Cilic (Cro) 3420 (-2), 10. Jo Wilfried Tsonga (Fra) 3310 (-2)

Così gli italiani
37. Paolo Lorenzi 1082 (+1), 40. Fabio Fognini 1025 (+3), 80. Andreas Seppi 685 (-5), 124. Alessandro Giannessi 479 (-3), 127. Luca Vanni 463 (+12), 146. Federico Gaio 403 (+13), 168. Thomas Fabbiano 342 (-7), 174. Marco Cecchinato 326 (+9), 177. Stefano Napolitano 318 (-2)