28 maggio 2017
Aggiornato 14:00
Un nome da ricordare

Leonardo Fioravanti, la stella nascente del surf italiano

Classe 1997 è stato il primo italiano a diventare campione del mondo Under 18 in California e sarà il primo surfista italiano a competere nella World Surf League.

ROMA - Ad appena 19 anni, è già una stella nascente. Leonardo Fioravanti è il nome da ricordare. Perché questo giovane, il nuovo prodigio del surf, nato a Roma e cresciuto a Cerveteri, si troverà a competere tra i più grandi surfisti di tutti i tempi, in occasione del suo primo Campionato, quest'anno.
Classe 1997 è stato il primo italiano a diventare campione del mondo Under 18 in California e sarà il primo surfista italiano a competere nella World Surf League.«Per me questo sport era il miglior sport al mondo. Tutti i miei amici giocavano a calcio, uno sport che pratichiamo tutti i giorni in Italia. Invece io e mio fratello ed altri amici al mare volevamo stare tutto il giorno in acqua».
Domina le onde da quando aveva 8 anni, età in cui comincia anche ad andare in giro per il mondo. A 15 anni diventa campione europeo Junior.

E ora la qualificazione ai campionati mondiali
«Per me è sempre stato un sogno. Sapevo che era un sogno realizzabile ma non pensavo che potesse accadere subito».
Ora Leonardo vive in Francia. Dove è allenato da Stephen Bell: «Sì, tutto è possibile per Leo. Ha le potenzialità per andare lontano. È arrivato qui all'età di 19 anni e il suo scopo ora è avere una carriera lunga e di successo. Ma il suo grande sogno è diventare campione del mondo».
Figlio spirituale di Kelly Slater, per Leonardo il surfista statunitense è sempre stato un modello da imitare: «Per me Kelly è sempre stato il mio idolo. Fin da piccolo, quando ho iniziato a surfare, guardavo tutti i video di Kelly se adesso entri in camera mia ho i poster di Kelly dappertutto. Kelly è sempre stato il mio idolo».